Galleria fotografica  

01 02 03 04 DSC00187 bella rotta (1024x768) 05 DSC00039 rotta Alpone bella (1024x768) 06 Rotta_Megliadino_saletto (1024x683) 07 DSCF5163 tasso bella (1024x768) 08 IMG_4699 bella (1024x768) 09 Rotte a monte di Caldogno (1024x683) 10 DSC00002 bella (1024x768) (2) 11 DSC00016  Tramigna  bella (1024x768) (2) 13 IMG_4713 bella (1024x768) 12 DSC00169 bella da elicottero (1024x768) 14 IMG_4720 bella (1024x768) 15 DSC00015  Tramigna bella (1024x768) 16 Veggiano1 (1024x683) 17 Vicenza_stadio_Menti (1024x683) (2) 18 IMG_4701 bella (1024x768) 19 Vicenzacittà (1024x683) (2)
   

23.11.2016 - Due giornate al Museo MAXXI di Roma per Stati generali dell’Ambiente

Dal lavoro dei 12 tavoli alla Carta di intenti nazionale su Educazione Ambientale e Sviluppo Sostenibile.
 
 
L’educazione ambientale come fondamento di una crescita sostenibile, da diffondere attraverso una nuova consapevolezza pubblica nei confronti dell’ecosistema e con un forte impegno istituzionale per la diffusione delle buone pratiche tra le generazioni. È questo l’obiettivo della seconda Conferenza Nazionale sull’educazione ambientale, gli Stati Generali dell’Ambiente: due giorni di confronto, il 22 e 23 novembre al Museo MAXXI di Roma, a cui hanno partecipato i ministri dell’Ambiente Gian Luca Galletti e dell’Istruzione Stefania Giannini, rappresentanti di istituzioni nazionali e internazionali, del mondo universitario, della ricerca, delle organizzazioni non governative, della società civile.
Ad aprire la conferenza, martedì 22, il sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani, che ha dato ufficialmente il via all’Officina delle idee: dodici tavoli di lavoro divisi per argomenti (dalla biodiversità alla lotta ai cambiamenti climatici e alla gestione del rischio di alluvioni), che hanno avuto il compito di produrre un documento di sintesi. Si chiama Carta sull'Educazione Ambientale e lo Sviluppo Sostenibile e definisce un programma di impegni nel medio e lungo periodo per diffondere la cultura ambientale e trasmettere, specie ai più giovani, le basi del vivere sostenibile. Anche la proposta di comunicazione didattica dell’Autorità di bacino è stata discussa nel tavolo di lavoro sulla gestione del rischio di alluvioni. L’Autorità di bacino è da tempo attiva per raggiungere gli obbiettivi di realizzazione anche delle misure di preparazione (nello specifico la misura M43_3 campagne di educazione). La nostra proposta didattica è stata inclusa nel documento prodotto dal tavolo di lavoro ed è quella che nasce anche dalle attività di laboratorio e confronto con i docenti, durante il corso di formazione e aggiornamento recentemente tenutosi a Padova.
La Carta d’intenti è stata firmata e presentata agli studenti nel corso della seconda giornata degli Stati Generali, in cui si svolge il confronto con i ministri Gian Luca Galletti e Stefania Giannini, moderato dalla giornalista Tessa Gelisio.
 

 

Consulta la pagina sull’educazione ambientale dell MATTM http://www.minambiente.it/pagina/educazione-ambientale-e-allo-sviluppo-sostenibile
 

 


 

   
© Distretto delle Alpi Orientali