Galleria fotografica  

01 02 03 04 DSC00187 bella rotta (1024x768) 05 DSC00039 rotta Alpone bella (1024x768) 06 Rotta_Megliadino_saletto (1024x683) 07 DSCF5163 tasso bella (1024x768) 08 IMG_4699 bella (1024x768) 09 Rotte a monte di Caldogno (1024x683) 10 DSC00002 bella (1024x768) (2) 11 DSC00016  Tramigna  bella (1024x768) (2) 13 IMG_4713 bella (1024x768) 12 DSC00169 bella da elicottero (1024x768) 14 IMG_4720 bella (1024x768) 15 DSC00015  Tramigna bella (1024x768) 16 Veggiano1 (1024x683) 17 Vicenza_stadio_Menti (1024x683) (2) 18 IMG_4701 bella (1024x768) 19 Vicenzacittà (1024x683) (2)
   


Ricerca termini dal glossario
Comincia con Contiene Termine esatto
Page:  « Prev ... 3 4 5 6 7 Next »
Termine Definizione
Sostanze pericolose

le sostanze o gruppi di sostanze tossiche, persistenti e bio-accumulabili e altre sostanze o gruppi di sostanze che danno adito a preoccupazioni analoghe

Standard di qualità ambientale

la concentrazione di un particolare inquinante o gruppo di inquinanti nelle acque, nei sedimenti e nel biota che non deve essere superata, per tutelare la salute umana e l’ambiente

Stato chimico

è individuato attraverso il confronto delle concentrazioni degli inquinanti rispetto ai corrispondenti standard di qualità ambientale, cioè a quelle soglie che non devono essere superate a tutela della salute umana e dell’ambiente.

Stato delle acque sotterranee

espressione complessiva dello stato di un corpo idrico sotterraneo, determinato dalla combinazione del suo stato quantitativo e chimico: stato quantitativo: espressione del grado di compromissione di un corpo idrico sotterraneo per effetto di emungimenti diretti ed indiretti stato chimico: è individuato attraverso i confronto delle concentrazioni degli inquinanti rispetto ai corrispondenti standard di qualità ambientale, cioè a quelle soglie che non devono essere superate a tutela della salute umana e dell’ambiente.

Stato delle acque superficiali

espressione complessiva dello stato di un corpo idrico superficiale, determinato dal valore più basso del suo stato ecologico e chimico: Stato ecologico: è individuato sulla base della qualità della struttura e del funzionamento degli ecosistemi acquatici associati alle acque superficiali Stato chimico: è individuato attraverso il confronto delle concentrazioni degli inquinanti rispetto ai corrispondenti standard di qualità ambientale, cioè a quelle soglie che non devono essere superate a tutela della salute umana e dell’ambiente.

Stato di calamità

situazione che segue eventi naturali calamitosi di carattere eccezionale, che provocano ingenti danni alle attività produttive dell’industria, del commercio, dell’artigianato e dell’agricoltura. Non è uno stato di particolare gravità da richiedere la dichiarazione dello stato di emergenza ed è disciplinato da una normativa ordinaria che regola l’intervento finanziario a ristoro parziale del danno.

Stato di conservazione favorevole

Lo stato di conservazione di un habitat è favorevole (soddisfacente) se il suo range di distribuzione e le superfici sono stabili o in estensione, se la struttura e le sue funzioni specifiche necessarie al suo mantenimento a lungo termine esistono e possono continuare ad esistere in un futuro prevedibile e se lo stato di conservazione delle specie tipiche è soddisfacente ai sensi delle successiva definizione.

Lo stato di conservazione di una specie è favorevole (soddisfacente) se i dati relativi all’andamento delle popolazioni della specie in causa indicano che tale specie continua e può continuare a lungo termine ad essere un elemento vitale degli habitat naturali cui appartiene, se l’area di ripartizione naturale di tale specie non è in declino né rischia di declinare in un futuro prevedibile e se esiste e continuerà probabilmente ad esistere un habitat sufficiente affinché le sue popolazioni si mantengano a lungo termine.

Stato di emergenza

stato che, al verificarsi di eventi che per intensità ed estensione devono essere fronteggiati con mezzi e poteri straordinari, viene deliberato dal Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente del Consiglio, determinandone durata ed estensione territoriale

Stato ecologico

è individuato sulla base della qualità della struttura e del funzionamento degli ecosistemi acquatici associati alle acque superficiali

Studio d'impatto ambientale

lo studio tecnico-scientifico contenente una descrizione del progetto con le informazioni relative alla sua ubicazione, concezione e dimensione, l'individuazione, la descrizione e la valutazione degli effetti significativi che avrebbe la realizzazione del progetto sull'ambiente, nonché contenente il confronto con le ragionevoli alternative che possono adottarsi in considerazione degli obiettivi, degli interessi e dei servizi correlati all'opera o all'intervento progettato e dell'ambito territoriale interessato

Tempo di ritorno

tempo medio che intercorre tra due occorrenze successive di un evento di un certo tipo e di una data intensità. Esso stima il tempo medio tra due eventi calamitosi contribuendo alla determinazione della pericolosità secondo scenari con differenti probabilità di verificarsi

Valutazione Ambientale Strategica VAS

riferita a piani e programmi che possono avere un impatto significativo sull’ambiente, è una procedura che ha la finalità di garantire un elevato livello di protezione dell'ambiente e contribuire all'integrazione di considerazioni ambientali all'atto dell'elaborazione, dell'adozione e approvazione di detti piani e programmi assicurando che siano coerenti e contribuiscano alle condizioni per uno sviluppo sostenibile. Dal punto di vista procedurale comprende, lo svolgimento di una verifica di assoggettabilità, l'elaborazione del rapporto ambientale, lo svolgimento di consultazioni, la valutazione del piano o del programma, del rapporto e degli esiti delle consultazioni, l'espressione di un parere motivato, l'informazione sulla decisione ed il monitoraggio.

VAS

riferita a piani e programmi che possono avere un impatto significativo sull’ambiente, è una procedura che ha la finalità di garantire un elevato livello di protezione dell'ambiente e contribuire all'integrazione di considerazioni ambientali all'atto dell'elaborazione, dell'adozione e approvazione di detti piani e programmi assicurando che siano coerenti e contribuiscano alle condizioni per uno sviluppo sostenibile. Dal punto di vista procedurale comprende, lo svolgimento di una verifica di assoggettabilità, l'elaborazione del rapporto ambientale, lo svolgimento di consultazioni, la valutazione del piano o del programma, del rapporto e degli esiti delle consultazioni, l'espressione di un parere motivato, l'informazione sulla decisione ed il monitoraggio.

Verifica di assoggettabilità

procedimento attivato, nei casi previsti dalla legge, allo scopo di definire se un determinato piano o programma debba essere sottoposto a valutazione ambientale strategica

Vulnerabilità

la vulnerabilità di un elemento (persone, beni culturali e ambientali, attività economiche) è la propensione a subire danneggiamenti in conseguenza delle sollecitazioni indotte da un evento di una certa intensità. La vulnerabilità esprime il grado di perdite di un dato elemento o di una serie di elementi causato da un fenomeno di una data forza. È espressa in una scala da zero a uno, dove zero indica che non ci sono danni attesi, mentre uno corrisponde alla distruzione totale

Page:  « Prev ... 3 4 5 6 7 Next »
   
© Distretto delle Alpi Orientali