banner deflusso ecologico
banner deflusso ecologico


 
 

 

 

   

Galleria fotografica  

01 02 03 04 DSC00187 bella rotta (1024x768) 05 DSC00039 rotta Alpone bella (1024x768) 06 Rotta_Megliadino_saletto (1024x683) 07 DSCF5163 tasso bella (1024x768) 08 IMG_4699 bella (1024x768) 09 Rotte a monte di Caldogno (1024x683) 10 DSC00002 bella (1024x768) (2) 11 DSC00016  Tramigna  bella (1024x768) (2) 13 IMG_4713 bella (1024x768) 12 DSC00169 bella da elicottero (1024x768) 14 IMG_4720 bella (1024x768) 15 DSC00015  Tramigna bella (1024x768) 16 Veggiano1 (1024x683) 17 Vicenza_stadio_Menti (1024x683) (2) 18 IMG_4701 bella (1024x768) 19 Vicenzacittà (1024x683) (2)
   

logo Creiamo PA

 

AVVIO DEL TERZO CICLO DI PIANIFICAZIONE (2021-2027): A VENEZIA STAKEHOLDER A CONFRONTO SULL’AGGIORNAMENTO DEL PIANO DI GESTIONE DELLE ACQUE E DEL PIANO DI GESTIONE DEL RISCHIO DI ALLUVIONI


L’avvio del terzo ciclo di pianificazione, attraverso un percorso caratterizzato da varie tappe basate su informazione, consultazione e partecipazione a beneficio dei destinatari. È stato questo il tema al centro del workshop “Risorsa idrica e governo del territorio: una pianificazione partecipata. Aggiornamento del Piano di gestione delle acque e del Piano di gestione del rischio di alluvioni del Distretto idrografico delle Alpi Orientali” promosso dall’Autorità di Distretto delle Alpi Orientali a Venezia, mercoledì 8 maggio, nell’ambito delle attività della Linea 6 WP1 del progetto CReIAMO PA, Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA, in collaborazione con MATTM e Sogesid Spa.

La giornata ha dato ufficialmente il via al percorso di aggiornamento del Piano di gestione delle acque e del Piano di gestione del rischio di alluvioni, in attuazione delle direttive comunitarie 2000/60 e 2007/60 nell’ambito del territorio del Distretto idrografico delle Alpi Orientali. Oltre 90 stakeholder in rappresentanza di Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, Province autonome di Trento e Bolzano, agenzie ambientali e comitati locali, hanno riempito la Sala conferenze del Palazzo Grandi Stazioni della Regione Veneto, assistendo alla presentazione del calendario delle attività previste fino a dicembre 2021, sviluppando un proficuo confronto sulle caratteristiche, gli strumenti e i contenuti che il percorso di partecipazione prevederà d’ora in avanti.

“Il confronto è fondamentale – ha sottolineato nel suo intervento introduttivo Francesco Baruffi, Segretario Generale del Distretto delle Alpi Orientali, nel quale ha portato anche il saluto del Governatore della Regione Veneto, Luca Zaia – per capire quanto la strada che abbiamo intrapreso sia giusta. Il percorso che si è aperto punta ad arrivare a dicembre 2021 trovando il migliore equilibrio possibile tra tutti i soggetti in campo, nel pieno spirito costruttivo che ha già caratterizzato le precedenti fasi di programmazione. Per questo saranno numerose le tappe che programmeremo nelle prossime settimane, nelle nostre varie sedi territoriali”.

Tra i relatori della giornata anche Teresa Federico, della DG STA del MATTM che nel suo intervento si è soffermata sul ruolo del Ministero nel supporto alle Autorità di Distretto nel percorso di pianificazione integrata delle acque.

Durante la giornata sono stati descritti ai partecipanti i contenuti delle vigenti pianificazioni su acque e alluvioni e sono state illustrate in dettaglio le tappe previste nel calendario di consultazione pubblica che prenderanno forma nei prossimi mesi. Per tutto il periodo, ovvero fino a dicembre 2021, proseguirà la fase dedicata all’informazione a beneficio dei destinatari mentre da settembre 2019 a dicembre 2020, prenderanno il via la consultazione e il confronto sui contenuti dei Piani delle acque e del rischio alluvioni mentre successivamente, da gennaio a dicembre 2021, sarà la volta della fase di partecipazione, con i soggetti in campo chiamati all’elaborazione delle proposte condivise, anche in occasione di periodici tavoli tematici che saranno calendarizzati e promossi.

La giornata si è conclusa con il coinvolgimento dei partecipanti nella compilazione ed analisi di un questionario online, utile all’Autorità per raccogliere suggerimenti e punti di vista efficaci su come portare avanti il percorso nei prossimi mesi e su quali temi, in particolare, soffermarsi.

 

logop Creiamo PA
Riferimenti Stampa L6 WP1
Maria Francesca Rotondaro
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 347-0350017
Giovanni Pellicci
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 348-4514919

Inizia ufficialmente l’aggiornamento del Piano di gestione del rischio di alluvioni previsto ai sensi dell’art. 12 comma 3 del D.Lgs 49/2010 che si dovrà completare entro il dicembre 2021.

L’aggiornamento segue un preciso cronoprogramma di lavoro stabilito dalle scadenze di legge e che risponde a tre procedimenti amministrativi distinti ma con evidenti punti di contatto e integrazione:

  1. percorso di costruzione dei documenti di piano definito ai sensi ai sensi degli artt. artt. 4, 5, 6, 7 del D.Lgs. 49/2010;
  2. percorso di promozione della partecipazione attiva definito ai sensi dell’art. 66 del D.Lgs. 152/2006;
  3. procedura di Valutazione Ambientale Strategica definita ai sensi degli artt. 12-18 del D.Lgs 152/2006.

Per promuovere la partecipazione attiva di tutte le parti interessate è previsto che sia pubblicato e posto in consultazione “il calendario e il programma di lavoro per la presentazione del piano, inclusa una dichiarazione delle misure consultive che devono essere prese tre anni prima dell’inizio del periodo cui il piano si riferisce”.

In adempimento a quanto sopra indicato il documento predisposto illustra dunque sinteticamente sia le misure di consultazione pubblica che il cronoprogramma dei procedimenti amministrativi previsti.

È inoltre depositato e disponibile per la consultazione (formato cartaceo e digitale) presso l’Autorità di bacino distrettuale delle Alpi Orientali nei seguenti uffici:

  • ufficio di Trento, Piazza Vittoria 5 - Trento;
  • ufficio di Venezia, Cannaregio 4314 Venezia.

Ai sensi dell’art. 66, comma 7 del D.Lgs 152/2006, entro sei mesi dalla pubblicazione dell’avviso avvenuta nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 6 del 08/01/2019, chiunque può presentare le proprie osservazioni scritte al documento all’Autorità di bacino distrettuale delle Alpi Orientali, oppure tramite posta elettronica all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..


 

Inizia ufficialmente l’aggiornamento del Piano di gestione delle acque previsto ai sensi dell’art. 117 comma 2bis del D.Lgs 152/2006 che si dovrà completare entro il dicembre 2021.

L’aggiornamento segue un preciso cronoprogramma di lavoro stabilito dalle scadenze di legge e che risponde a tre procedimenti amministrativi distinti ma con evidenti punti di contatto e integrazione:

  1. percorso di costruzione dei documenti di piano definito ai sensi ai sensi degli artt. 116, 117, 118, 120 del D.Lgs. 152/2006;
  2. percorso di promozione della partecipazione attiva definito ai sensi dell’art. 66 del D.Lgs. 152/2006;
  3. procedura di Valutazione Ambientale Strategica definita ai sensi degli artt. 12-18 del D.Lgs 152/2006.

Per promuovere la partecipazione attiva di tutte le parti interessate è previsto che sia pubblicato e posto in consultazione “il calendario e il programma di lavoro per la presentazione del piano, inclusa una dichiarazione delle misure consultive che devono essere prese tre anni prima dell’inizio del periodo cui il piano si riferisce”.

In adempimento a quanto sopra indicato il documento predisposto illustra dunque sinteticamente sia le misure di consultazione pubblica che il cronoprogramma dei procedimenti amministrativi previsti. 

È inoltre depositato e disponibile per la consultazione (formato cartaceo e digitale) presso l’Autorità di bacino distrettuale delle Alpi Orientali nei seguenti uffici:

  • ufficio di Trento, Piazza Vittoria 5 - Trento;
  • ufficio di Venezia, Cannaregio 4314-Venezia.

Ai sensi dell’art. 66, comma 7 del D.Lgs 152/2006, entro sei mesi dalla pubblicazione dell’avviso avvenuta nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 6 del 08/01/2019, chiunque può presentare le proprie osservazioni scritte al documento all’Autorità di bacino distrettuale delle Alpi Orientali, oppure tramite posta elettronica all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

20.02.2019 – Al via oggi il corso di formazione in house COMUNICAZIONE MULTICANALE

GREVISLIN RGB>


Al via oggi il corso di formazione in house COMUNICAZIONE MULTICANALE

Il corso si inserisce nella fase di avvio del progetto Grevislin (PROGRAMMA INTERREG ITALIA-SLOVENIA): è un’attività formativa in house, rivolta ai partners che partecipano al progetto. E' organizzato dall'Autorità di bacino distrettuale delle Alpi Orientali in qualità di partner responsabile delle attività di comunicazione con specifico riferimento alla gestione dei social media (Facebook, Twitter), di formazione e del servizio di comunicazione e divulgazione tramite newsletter elettronica.

Il corso è finalizzato alla formazione del personale di tutti gli Enti aderenti al progetto. L’obiettivo è quello di creare competenze di base nel personale volte a migliorare le attività di comunicazione e la promozione degli eventi e delle attività di progetto. Il corso forma figure in grado di progettare, gestire e monitorare campagne di comunicazione sui principali Social Media (FACEBOOK, TWITTER), utilizzando le tecniche più innovative della comunicazione social e multilingua (italiano e sloveno). Autorità di bacino del Distretto delle Alpi Orientali

 

Responsabile: ing. Francesco Baruffi
Autorità di bacino del Distretto delle Alpi Orientali
Cannaregio 4314 - 30121 Venezia ITALY
Ufficio di Trento
Tel +39 0461236000 Fax + 39 0461233604 
www.alpiorientali.it

 

   

Mappa    -    Note Legali    -    Privacy    -  Cookie

   
© Distretto delle Alpi Orientali